Archivio | poesia civile RSS feed for this section

Fuoco

19 Feb

Vorrei guardare il fuoco nel camino
senza pensare alle fiamme
che avvolgono corpi in Tibet,
dove si va da un convento
a un incorcio di strade
portando con sè olio o benzina –
vorrei guardare il fuoco nel camino
scaldarmi le mani
senza pensare
al dolore del fuoco
che brucia la pelle –
vorrei guardare il fuoco
del camino
pensando ad un haiku da scrivere
sulla mutevolezza
di ciò che vive –
e non ad un giovane corpo
di donna che brucia
alla sua veste che prende fuoco
alle sue braccia
che prendono fuoco –
vorrei…
ma non posso più

L’incontaminato non è eccitante

19 Gen

E’ che l’incontaminato è un controsenso,
non ha ragion d’essere  non è eccitante
ha ragion d’essere
ciò che è artificiale, pericoloso, autodistruttivo
illusorio, che dà una falsa effimera felicità –
sapere che ci sono fondali pieni di pesci, ricci di mare, arselle
dove solo semplicemente nuotare
non ci eccita
non è abbastanza, anzi è proprio poco
cosa vuoi che sia, c’è sempre stato
l’abbiamo già visto, che si distrugga pure
chi se ne frega
vuoi mettere quanto è bello il traslatlantico
quanto è maestoso, è una piramide vivente pulsante
lui sì che è vivo, pieno com’è di 4000 esseri viventi –
che mi importano il Giglio, Capraia
la maremma, l’Argentario, Livorno
e tutta quella costa lì –
che mi importa se per non far diventare
tutta la maremma il supermercato che è diventata Punta Ala
ci siano stati decenni di lotte e determinazione
della gente toscana
che mi importa se ad Alberese ( Parco dell’Uccellina )
la gente non vuole un supermercato per non rovinare il paesaggio –
che mi importa se alla Capraia non si possa pescare in certe parti
nè passare col motoscafo –
che mi importa…
l’incontaminato non ci piace e ce ne freghiamo
del mare – verde – blu – pulito
ci piace il transatlantico
lui può tutto
lui vuole tutto
(già Ginsberg aveva chiamato tutto questo Moloch: ” la cui mente è
puro macchinario”)

Remo Bassini

ALTRI APPUNTI

wwayne

Just another WordPress.com site

Solo libri belli

Leggo. È come una malattia. (Agota Kristof)

8th of May

wild cats walk longer

F.L.A.C.O.N.S. 2.0_

Moved to www.sergiomauri.info

la vie en beige

la periferia dello spirito

Versodove

rivista di letteratura

OH!PEN

we produce stories. LA-ROME-NYC

HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

gilamagency

giovanni lamanna agenzia letteraria

archiviomauriziospatola

Pubblicazioni ed eventi sulle nuove esperienze poetico-artistiche

sarmizegetusa

un blog di vanni santoni

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Cadillac

La famosa rivista letteraria

Seventy Sex

Make love, not war, dicevamo. Lo dico ancora.

L'Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale

L'uomo abita l'ombra delle parole, la giostra dell'ombra delle parole. Un "animale metafisico" lo ha definito Albert Caraco: un ente che dà luce al mondo attraverso le parole. Tra la parola e la luce cade l'ombra che le permette di splendere. Il Logos, infatti, è la struttura fondamentale, la lente di ingrandimento con la quale l'uomo legge l'universo.

eleonorabagarotti

I Don't Need To Fight To Prove I'm Right. I Don't Need To Be Forgiven