Tag Archives: poesia

Improvvisazione davanti al quadro di Courbet La sorgente o bagnante alla fonte 1868

28 Nov

Oggi diremmo grossa
di fianchi –
nuda
giovane
il viso da bambina
ma me la immagino
mangiare abbondantemente
in osterie e ristoranti
di quel mitico tempo
insieme ad artisti e ammiratori.

Annunci

Sette passi

18 Ott

Sette piccoli passi
e poi si ferma
cinque piccoli passi
e poi si ferma
dieci piccoli passi
e poi si ferma –
riprende fiato e ricomincia –
piove
ma lui usa l’ombrello
come bastone –
è solo, anziano
lo guardo
gli conto i passi –
poi non lo faccio più
il semaforo è diventato verde

Quei due

12 Giu

Stanno tutto il giorno davanti al bar ormai chiuso da tempo.
Uno porta il thermos di caffè e bicchieri di plastica.
L’altro un piccolo tavolino pieghevole.
Potrebbero prendere più comodamente il caffè a casa dell’uno o dell’altro.
Ma al bar è meglio.

Lei si fermò a guardare la luna

11 Giu

Andavano come sempre
a comprare la roba
dall’uomo pelato –
ma lei nel cortile
si fermò a guardare la luna
(lui con un fischio la chiamò)

Samantha che vuole essere capita

7 Feb

credit to Federico Paoli
https://federicopaoligraphic.com/

Samantha
davvero vuoi essere capita?

il tuo sacchetto di sogni
non vuoi tenertelo per te? –
sarebbe meglio, sai
già è così, vedi
cerca di andarsene
volare via
abbandonarti –
se nessuno ti capisce
almeno, dai
hai il tuo sacchetto –
è ancora lì
ma per poco –
è già tanto consumato
sbrindellato
è stanco d’aspettare –
anche i sogni diventano vecchi –
soprattutto loro

Non l’ho fotografato

6 Dic

Non l’ho fotografato
avrei potuto
non si sarebbe opposto –
passavo di lì
per riporre qualcosa nell’armadio
e l’ho visto
sul davanzale della finestra _
piccolo, come accucciato
un uccellino piccolo piccolo
sulla testa una striatura gialla
un fringuello, non so –
aveva gli occhi chiusi
e tremava, palpitava
come quando anche noi
stiamo male
o abbiamo paura –
l’ho guardato
poi mi sono detta
oggi lo porto alla LIPU
magari lo salvano –
sono tornata a quella finestra
dopo un po’
ora aveva gli occhi aperti
due puntini neri
come quelli ardenti del mio cane
l’ho guardato
lui ha voltato la testa di lato
guardando in su –
sono tornata da lui dopo un po’
non c’era più
una buona notizia –
mi sono affacciata
per vedere
se non fosse caduto sul prato
mi pare di no –
sono contenta
di non averlo fotografato
l’ho lasciato alla sua vita
senza una digitale immortalità

In autobus

4 Mag

Fuori dal finestrino
l’indifferenza
del mio sguardo sul mondo –
poi
l’occhio cade
spontaneamente
(spontaneamente è importante)
in alto
verso le foglioline
d’un albero
da poco nate –
nel loro splendore
ai raggi scarsi di sole
ho visto
sentito
qualcosa –
che mi ha detto 
fuggevolmente:
oltre questo
c’è altro
oltre, dietro
in alto
qualcosa di santo

Traduco Canzoni.

Portiamo parole straniere ad orecchie italiane. Un album per ogni post. Qualsiasi genere, anche quelli che non vi piacciono. Tradotti bene eh, mica con Google Translate. Per cercarle c'è un bel link là sopra, che qua non mi fa mettere una ceppa.

Antonio Russo De Vivo

Editor & Consulente editoriale.

Gesù per atei

omelie e riflessioni in tempo di crisi al Santuario del Divino Amore

La poesia e lo spirito

Potrà questa bellezza rovesciare il mondo?

D.O.

Bio: ci sto lavorando

Tuffi

Una rivista che ti porta in profondità

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

Remo Bassini

ALTRI APPUNTI

wwayne

Just another WordPress.com site

Solo libri belli

Leggo. È come una malattia. (Agota Kristof)

8th of May

wild cats walk longer

la vie en beige

la periferia dello spirito

Versodove

rivista di letteratura