Archivio | agosto, 2013

E quando i pensieri

31 Ago

   E quando i pensieri
si affollano nella mente
e la riempiono tutta
che non ce ne sta più
e diventano un’unica massa
paralizzante
li appoggio uno ad uno
sull’orizzonte
di un mare calmo di Toscana

Fiori gialli e viola

31 Ago

   Nel nulla del cuore di ogni allegria
fiori di campo gialli e viola –
un’aria di Provenza

Sotto il manto della Madonna

31 Ago

   Mettere sotto il manto della Madonna –
ho sentito dire alla radio
che ascolto in auto –
mettersi sotto il manto della Madonna:
atto verbale fisico e mentale di protezione
come prendere rifugio in BUddha

Indifferenza

20 Ago

    Ci  sono anche le giornate terribili dell’indifferenza –
quando nulla più ti preme di quello che di più ti stava a cuore
scrivere, trovare la vena, l’editore, essere riconosciuto –
bisognerebbe scendere nel profondo di questa condizione
che contiene forse l’unica verità l’unica filosofia
che derivi davvero dall’esistenza mentre accade –
è una sensazione di nulla e di qualcosa
di inutile e di utile perchè vero –
cosa c’è al fondo del pozzo della noia – indifferenza?
è qualcosa che ha a che vedere
con il rifiuto di tutto ciò che vive
che lotta pr vivere –
non è energica come la collera
non si fanno le barricate –
è la sensazione dell’uomo qualuque solo –
e il caldo l’enfatizza –
d’autunno ti puoi consolare
con il romanticismo delle foglie che cadono
e della nebbia –
anche d’inverno
hai un sacco di cose con cui consolarti –
i maglioni che ami indossare
le camminate in città
per andare in un bar a guardare la gente-
ma con il caldo
l’energia che credevi di possedere
se ne è andata
e ti sembra non ti rimanga più niente
di interessante con cui impiegare il tempo –
e tutto diventa tempo perso

Campagna

16 Ago

   C’è questa desolazione della campagna –
è il vento e i campi di granturco
è il serpentello schiacciato
e la bottiglia abbandonata
ma non il cigolare dell’insegna –
è l’abbaiare lontano
e questo ranocchio
che dice un sacco di cose
che non capisco

Segni esteriori del Dharma

14 Ago

   Ho bisogno
anche di segni esteriori
fili colorati al collo
e rosari tibetani al polso
che mi ricordino
ogni momento il Dharma –
e del maestro
che infonde la speranza

Ci sono posti

9 Ago

   Ci sono posti
che portan pensieri diversi –
ci sono posti
dai pensieri semplici e pochi
ci sono case, giardini
che portano troppi pensieri
pensieri del fare
e progettare
pensieri che diventano
sempre gli stessi –
pensieri sul dormire
e pulire
e comprare –
pensieri complicati
sullo scrivere
e sul non scrivere
pensieri di cosa dire
e a chi dire –
pensieri insomma –
ci sono luoghi
del senza pensieri
un uovo
un caspio d’insalata
un pezzo di formaggio
da comprare –
e il grande progettare
sfuma
evapora
se ne va

Incipit ( poetico) del mio romanzo inedito “I ragazzi di Kopan”

5 Ago

    Introduzione e dedica

 Hanno sonno, fame? E’ prima mattina?

Hanno freddo- per me hanno freddo-

arrivano dalla città-

hanno dormito nel loro furgone colorato

a fiori e strisce-

i bambini dormono in braccio a ragazze dai capelli spettinati lunghi-

ora il maestro parla-prima sospira-tossisce-

ha mal di gola? O è malato nei polmoni?

Parla sottovoce-emozionato davanti… davanti ai suoi discepoli,

che lui ama-

parecchi hanno mal di gola- sarà-il clima-

pregare-avere beneficio-avere una realtà-

uccellini, bimbi che urlano ma da lontano-

ridono sempre-I now..-

forse non ha voglia di insegnare-

tuona abbastanza vicino-

ci sono degli ammalati-

la realtà è il punto”-

in questo modo…

è giusto questo-

ridono, sono bambini davanti al grande nuovo gioco-piove-

le prime gocce i tuoni-

davanti al nuovo grande gioco

piove-

le prime gocce

i tuoni

animali, bambini, riti

l’idea di creazione”-

la mente crea la paura”

della mente

delle parole della mente-

la mente in se stessa è uno specchio”-

il mio specchio non mi piace-

la mia mente non mi piace-

tuona, come faranno a tornare a casa?

Assorbire la spazzatura-

la mente chiara assorbe spazzatura-

la gente dell’ Imalaya-

contemplare-

di cosa ridono?

Chi piange? Un gatto?

Come sei ragazzo che traduci?

E oggi come sei?

Cosa hai capito?

Di tutto questo?

Oggi cosa hai capito?-

gocce di pioggia pesanti

come condanne-

flusso della mia vita-

il mio corpo

gli occhi

basta?

Applaudono perché piove

 

bootblog

giochi di parole

L'Orto di Rosanna

Diritti D’autore In breve: potete citare senza alterare, senza fini commerciali e riportando la fonte.

Chic After Fifty

Il fashion blog di Anna da Re

Convenzionali

Vediamo un po'...

Paolo Ferrucci

Analyst and Writer

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

Traduco Canzoni.

Portiamo parole straniere ad orecchie italiane. Un album per ogni post. Qualsiasi genere, anche quelli che non vi piacciono. Tradotti bene eh, mica con Google Translate. Per cercarle c'è un bel link là sopra, che qua non mi fa mettere una ceppa.

Gesù per atei

Il blog personale di don Fabrizio Centofanti

La poesia e lo spirito

Potrà questa bellezza rovesciare il mondo?

D.O.

Bio: ci sto lavorando

Tuffi

Una rivista che ti porta in profondità

PARLA DELLA RUSSIA

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Remo Bassini

altriappunti

wwayne

Just another WordPress.com site

Giuseppe Genna

scrittore in Milano, Mondo