Archivio | giugno, 2016

Dopo la pioggia

26 Giu

Dopo la pioggia
fruscii di granturco
e foglie –
come un respiro

Rondini

22 Giu

Stridor di rondini-
in me risuona triste –
vecchi, antichi
dimenticati ricordi

Scorrere

19 Giu

Mettersi nel tempo
e scorrere

la satira è una cosa seria

16 Giu

letto l’articol0 di Leon Benz, che nostalgia per Frigidaire

aldo ricci blog

Aldo Ricci & Vincenzo Sparagna ph Sabrina de Gaetano Aldo Ricci & Vincenzo Sparagna ph Sabrina de Gaetano

Il reportage di Leon Benz apparso su Vice con il titolo Quello che resta di Frigidaire, è forse il pezzo più obiettivo ed esaustivo che fino a oggi abbiamo avuto modo di leggere e di vedere, le photos sono di Giacomo Ficola, sulla straordinaria avventura multimediale  e s/torica di Vincenzo Sparagna et affini – tra quest’ultimi c’è anche il titolare di questo blog – di cui di seguito riproduciamo il paragrafo in cui Sparagna delinea l’esiziale differenza tra satira marginale e satira ufficiale o cortigiana che dir si voglia.

A proposito di ‘cedere’ – chiede a un certo punto Benz a Sparagna – com’è cambiato il modo di fare satira negli ultimi decenni?”

Mah sai – gli risponde Sparagna – la satira nata una quarantina di anni fa con il movimento del ’77 era autonoma rispetto a tutto il…

View original post 299 altre parole

Il cane e il piccione

15 Giu

Abbiamo salvato un piccione
dalle zampe giocose di un cane –
ci giocava

e lo feriva –
eppure
è un cane mansueto
dallo sguardo dolce –
però
non vedeva la sofferenza del piccione –
lui non lo “compassionava” –
eppure i cani
come tutti gli esseri
sentono amore –
ma quel bel cane
dallo sguardo languido
quando vuole cibo e coccole
giocava con l’altrui vita
senza un briciolo di  pietà

Improvvisazione durante il concerto del 13 Luglio 2010 a Ravenna di Keith Jarrett

5 Giu

 

Chinato sul piano
come il piccolo Linus
cosa guarda, pensa, sente?
Lo lavora con errori frequenti
scelti, voluti, progettati-
viso affilato, lungo
come metà del suo petto-
magro, rigido
non rilassato
la vive nel corpo
( la musica )
la fa vibrare
a cenni
a scatti
e fa le cose facili
le canzonette
perché?-
i tasti come fossero corde
da far vibrare
con qualcosa
che non sono le mani
è il suo spirito
anima, amore
e spasimo-
e prende un motivo
e lo lavoro
lo alza
lo abbassa
e gli altri due
pure dietro a lui
all’unisono
uno strumento solo-
poi l’improvvisazione pura
deglutita
sputata
a balzi
( i suoi )
non è più pianoforte
non c’è più materia
solo coscienza
anima
spirito-
dove scavi?
Dove scavi?
Cosa trovi?
Cosa trovi?
Niente
niente
non importa
basta il coraggio
e la forza
la forza-
e poi esotico pensiero
Buddha, maestri
oppure un amore non corrisposto-
c’è un motivo sotto
nel Cakra del cuore
un motivo drammatico-
con quale parte del corpo suona?
Non sono le mani
l’ho detto
forse il ginocchio destro
o la bocca
quando fa aaah
prolungato, strascicato
di soddisfazione

 

Remo Bassini

ALTRI APPUNTI

wwayne

Just another WordPress.com site

Solo libri belli

Leggo. È come una malattia. (Agota Kristof)

8th of May

wild cats walk longer

F.L.A.C.O.N.S. 2.0_

Moved to www.sergiomauri.info

la vie en beige

la periferia dello spirito

Versodove

rivista di letteratura

OH!PEN

we produce stories. LA-ROME-NYC

HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

gilamagency

giovanni lamanna agenzia letteraria

archiviomauriziospatola

Pubblicazioni ed eventi sulle nuove esperienze poetico-artistiche

sarmizegetusa

un blog di vanni santoni

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Cadillac

La famosa rivista letteraria

Seventy Sex

Make love, not war, dicevamo. Lo dico ancora.

L'Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale

L'uomo abita l'ombra delle parole, la giostra dell'ombra delle parole. Un "animale metafisico" lo ha definito Albert Caraco: un ente che dà luce al mondo attraverso le parole. Tra la parola e la luce cade l'ombra che le permette di splendere. Il Logos, infatti, è la struttura fondamentale, la lente di ingrandimento con la quale l'uomo legge l'universo.

eleonorabagarotti

I Don't Need To Fight To Prove I'm Right. I Don't Need To Be Forgiven