Archivio | in bicicletta RSS feed for this section

Andando in bicicletta: il mutamento

24 Ott

Andando in bicicletta
nella nebbia schiarita del mattino
un airone bianco
grande, mi vede fugge
gracchia
avverte gli altri –
e poi ondine, tante
una di seguito all’altra
nel canale
cerchi
anche
nessuna emozione? –
devo chiedere a Rinpoche:
ma ad eliminare le emozioni
non si diventa anaffettivi? –
e mi domando
anche come chiederglielo
come si dice in inglese “anaffettivo”? –
poi l’intuizione che ora
non è la bellezza della natura
che mi prende e mi sorprende
e mi commuove
ora è il mutamento,
quel che cambia e diventa altro
o cessa di essere
e si trasforma –
nel cuore e intorno
una luce nuova
e una speranza –
ma forse è solo il sole
che si fa strada oltre la nebbia –
però ora lo strame di foglie
secche e bagnate
torna ad essere bello

Annunci

In bicicletta

10 Lug

Nella vita-
mi hanno detto –
guarda il sentiero e non la meta –
in salita è così –
in discesa
il sollievo del respiro
il canto degli uccellini
l’aria fresca come di montagna

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

Remo Bassini

ALTRI APPUNTI

wwayne

Just another WordPress.com site

Solo libri belli

Leggo. È come una malattia. (Agota Kristof)

8th of May

wild cats walk longer

F.L.A.C.O.N.S. 2.0_

Moved to www.sergiomauri.info

la vie en beige

la periferia dello spirito

Versodove

rivista di letteratura

OH!PEN

we produce stories. LA-ROME-NYC

HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

gilamagency

giovanni lamanna agenzia letteraria

archiviomauriziospatola

Pubblicazioni ed eventi sulle nuove esperienze poetico-artistiche

sarmizegetusa

un blog di vanni santoni

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Cadillac

La famosa rivista letteraria

Seventy Sex

Make love, not war, dicevamo. Lo dico ancora.

L'Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale

L'uomo abita l'ombra delle parole, la giostra dell'ombra delle parole. Un "animale metafisico" lo ha definito Albert Caraco: un ente che dà luce al mondo attraverso le parole. Tra la parola e la luce cade l'ombra che le permette di splendere. Il Logos, infatti, è la struttura fondamentale, la lente di ingrandimento con la quale l'uomo legge l'universo.