Archivio | ottobre, 2014

Ricci di mare

28 Ott

1 mare mosso

Da bimbi a Livorno
si andava sott’acqua
a prendere i ricci di mare –
poi si aprivano
e si mangiava lì per lì
l’interno
che è una piccola cosa arancione –
era un atto così selvatico,
primordiale –
bambini che mangiano subito
quello che hanno pescato –
ma noi non lo sapevamo
lo vivevamo soltanto

Immagine

Mercatino di Amnesty !nternational 15 e 16 Novembre 2014 a Bologna

26 Ott

vol mercatino AI 2014

Le persone

26 Ott

Le persone
la loro magia
la loro luce arriva

ti illumina
si spegne
sparisce

Facce

23 Ott

I beat americani che non avevano bisogno di fare le facce
loro erano le facce

Immagine

autunno sulla soglia di casa

23 Ott

autunno sulla soglia di casa

Hospice

22 Ott

Oggi ho conosciuto A.
lavora come O.S.S

in un reparto di anziani –
per me dovrebbe fare il Ministro della Sanità-
ne sa
è compassionevole
non nel senso comune, convenzionale, buonista –
A. è una che si commuove
che se per la fretta
( sai con i tagli che ci sono stati, mi dice)
ho trascurato un paziente
torna e gli chiede scusa
e la volta dopo
si trattiene di più –
se le dico
che bella persona che sei
le vengono gli occhi rossi –
ecco io conosco
anche questa Italia

Il presente non esiste

20 Ott

Appena lo guardo
il presente
è già passato –
tempo perso

Remo Bassini

ALTRI APPUNTI

wwayne

Just another WordPress.com site

Solo libri belli

Leggo. È come una malattia. (Agota Kristof)

8th of May

wild cats walk longer

F.L.A.C.O.N.S. 2.0_

Moved to www.sergiomauri.info

la vie en beige

la periferia dello spirito

Versodove

rivista di letteratura

OH!PEN

we produce stories. LA-ROME-NYC

HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

gilamagency

giovanni lamanna agenzia letteraria

archiviomauriziospatola

Pubblicazioni ed eventi sulle nuove esperienze poetico-artistiche

sarmizegetusa

un blog di vanni santoni

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Cadillac

La famosa rivista letteraria

Seventy Sex

Make love, not war, dicevamo. Lo dico ancora.

L'Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale

L'uomo abita l'ombra delle parole, la giostra dell'ombra delle parole. Un "animale metafisico" lo ha definito Albert Caraco: un ente che dà luce al mondo attraverso le parole. Tra la parola e la luce cade l'ombra che le permette di splendere. Il Logos, infatti, è la struttura fondamentale, la lente di ingrandimento con la quale l'uomo legge l'universo.

eleonorabagarotti

I Don't Need To Fight To Prove I'm Right. I Don't Need To Be Forgiven