Tag Archives: mattino

Improvvisazioni aspettando di incontrare due amiche

27 Nov

Quei posti, locali dove è buio anche a mezzogiorno in Agosto –
quei locali, sai quelli dei film dove uno/una entra alle 8 del mattino
e ordina una birra o un liquore
sai in quei film tipo Gloria di Cassavetes con la splendida Gena Rowlands –
ecco ci sono anche a Bologna –
aperti anche al mattino tipo in zona universitaria –
ma non è mica la stessa cosa secondo me –
la gente al mattino
uno studente, un professore chiede un caffè
o forse un cappuccino –
ma poi non so
non ci sono mai entrata –
ma da fuori sembrano sempre vuoti
***
vorrei mettermi seduta su una sedia sotto un portico –
e dire alla gente che passa: mi racconta la sua storia?
E io la inciderei e poi ci scriverei un racconto
o addirittura un romanzo di quelli brevi che scrivo io –
ma solo quelli che mi inspirano –
chi sa se ce ne sarebbe
e anche chissà se qualcuno si fermerebbe
a raccontarmi la sua storia –
ma non lo farò
perché come si dice a Bologna
“non mi azzardo”.

Di campagna ho scritto molto
poesie soprattutto –
ora vorrei scrivere di città –
ad esempio ora è passata una scolaresca
di bambini piccoli
la maestra era nervosa
eppure a me i bimbi sembravano buoni –

è passata ora una che fa il maschiaccio
alta ovviamente vestita di nero –
sguardo torvo –

poi qui vicino a me c’è una comitiva –
la guida spiega la storia delle due torri –
esordisce dicendo : “a me hanno raccontato…”-

poi passa uno
penso un turista con un trolley
ha una certa età
con uno sguardo azzurro disperato

Se non si ha una vera identità collettiva
anche girare per il Coin
è triste.

Un bidone smaltato

23 Set

Un bidone smaltato
un tempo d’azzurro
dalla riva
una lunga scia sulla sabbia –
come una tartaruga
che dal mare
cerca la terra

Se è un po’ che non ci vieni

26 Feb

Se è un po’ che non ci vieni
ti affacci sulla piazza
ti pare più grande
di quando più spesso ci venivi-
poi vedi
il bianco
e il rosa
del marmo ripulito
ti fermi affascinato –
in mezzo
una maestra con bambini
parlano tra di loro
non l’ascoltano
lei urla più forte
per farsi sentire
io la guardo
poi riprendo il mio cammino

In quelle borse antiche

16 Ott

In quelle borse antiche
frutti d’ippocastano –
portano bene
si diceva –
toccarle ogni tanto
doveva dar piacere

11,20 del mattino

6 Dic

Questa nebbia
che ancora s’alza
lenta
dal campo

a righe verdi 

Stamattina

10 Ago

fichiFoto di Dianella Bardelli

Mattino

12 Apr

Sui campi bassa nebbia –

come fumo

lontano copre il frutteto –

lo stesso colore

del cielo e del sole –

poi il sole la splende dorata

nero diventa il frutteto

il cielo si fa più pallido grigio

sfuma in celeste

lontano dal sole

Convenzionali

Vediamo un po'...

Paolo Ferrucci

Analyst and Writer

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

Traduco Canzoni.

Portiamo parole straniere ad orecchie italiane. Un album per ogni post. Qualsiasi genere, anche quelli che non vi piacciono. Tradotti bene eh, mica con Google Translate. Per cercarle c'è un bel link là sopra, che qua non mi fa mettere una ceppa.

Gesù per atei

Il blog personale di don Fabrizio Centofanti

La poesia e lo spirito

Potrà questa bellezza rovesciare il mondo?

D.O.

Bio: ci sto lavorando

Tuffi

Una rivista che ti porta in profondità

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Remo Bassini

altriappunti

wwayne

Just another WordPress.com site

Giuseppe Genna

scrittore in Milano, Mondo

Solo libri belli

Leggo. È come una malattia. (Agota Kristof)

8th of May

wild cats walk longer

la vie en beige

la periferia dello spirito

Versodove

rivista di letteratura