Archivio | novembre, 2017

Quanti concerti ha tenuto nella sua carriera finora Bob Dylan

24 Nov

Come tenersi in forma a 76 anni:

 

Quanti concerti ha tenuto nella sua carriera finora Bob Dylan (fonte: http://www.maggiesfarm.eu/) 2017 (81) 2016 (75) 2015 (89) 2014 (92) 2013 (85) 2012 (87) 2011 (90) 2010 (103) 2009 (97) 2008 (100) 2007 (98) 2006 (98) 2005 (112) 2004 (112) 2003 (98) 2002 (108) 2001 (108) 2000 (113) 1999 (119) 1998 (111) 1997 (96) 1996 (87) 1995 (121) 1994 (106) 1993 (82) 1992 (94) 1991 (103) 1990 (93) 1989 (100) 1988 (73) 1985 (2) 1984 (30) 1981 (54) 1980 (75) 1979 (27) 1978 (112) 1976 (27) 1975 (32) 1969 (3) 1968 (2) 1966 (49) 1965 (75) 1964 (43) 1963 (35) 1962 (42) 1961 (40) 1960 (7) 1959 (2) 1958 (1) 1957 (1)

Annunci

Prima della rivoluzione si ballava l’hully gully

23 Nov

Prima della rivoluzione
si aveva 18 anni –
si ballava l’hully gully
si facevano le feste in casa
oltre se stessi e il gruppo di amici
il nulla –
non si parlava di politica
non si sapeva cosa fosse
c’era il ballo delle debuttanti
c’era la festa delle matricole
dopo la scuola si andava in un bar
si scendeva una lunga scala
con lo corrimano di plastica rossa
e lì c’era un jukebox
e anche lì si ballava l’hully gully
oppure il cha cha cha della segretaria
ci si truccava molto gli occhi
per le feste in casa
due liste ragazzi-ragazze
di numero pari
qui ci si conosceva
e dopo un po’ ci si fidanzava –
insomma…
l’unico scopo della vita
era divertirsi

Al concerto di Ernst Reijseger

7 Nov

 credits: © Bruno Bollaert

Che viene da lontano
lontano va
viene

ritorna
fa meditare
rilassa
ti porta via
tutto sommato semplice
classico –
poi come un balletto le dita
tanti strumenti diversi
le dita –
poi una messa cupa
seria
compresa-
poi una folla
di pazzi saltimbanchi
irrompe
vanno via –
lui con il violoncello
è un continuo farci l’amore
un orgasmo che va e viene –
erotico
sessuale –
chissà se a suonare
si diverte ancora –
poi fa un po’ il clown
e c’è questa idea
che qui
lui è solo

Era quell’anno che oggi si ricorda (solo chi c’era)

6 Nov

Era quell’anno
che oggi si ricorda
(solo chi c’era) –
ascoltando Not dark yet
di Bob Dylan
lui ad un certo punto
non canta
mormora, sussurra
una frase che sa di dolce –
che mi riporta  a quell’anno
qualcuno
una notte
da quella radio

dal nome di bambina
mi sussurrò un saluto
un saluto personale
mio
per me
che ingelosì
quegli amici
maschi tra loro uguali
e solidali –
mi ricordo
il mio vanitoso sorriso
a sentir che qualcuno
era geloso di me

Topic scene

3 Nov

Mi ricordo il gesto
con cui 

ti liberasti 
della salopette di Fiorucci –
già mezza addormentata
nel sottotetto
dove allora vivevi –
la lasciasti ai piedi del letto
ti ci infilasti dentro
noi si continuò
a chiacchierare

Traduco Canzoni.

Portiamo parole straniere ad orecchie italiane. Un album per ogni post. Qualsiasi genere, anche quelli che non vi piacciono. Tradotti bene eh, mica con Google Translate. Per cercarle c'è un bel link là sopra, che qua non mi fa mettere una ceppa.

Antonio Russo De Vivo

Editor & Consulente editoriale.

Gesù per atei

omelie e riflessioni in tempo di crisi al Santuario del Divino Amore

La poesia e lo spirito

Potrà questa bellezza rovesciare il mondo?

D.O.

Bio: ci sto lavorando

Tuffi

Una rivista che ti porta in profondità

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

Remo Bassini

ALTRI APPUNTI

wwayne

Just another WordPress.com site

Solo libri belli

Leggo. È come una malattia. (Agota Kristof)

8th of May

wild cats walk longer

la vie en beige

la periferia dello spirito

Versodove

rivista di letteratura