Tag Archives: Lenore Kandel

Il 22 Giugno alle ore 21,30 parteciperò all’interno dello Spazio Guerra di Reggio Emilia in Piazza XXV Aprile n. 2 ad una discussione sulla Beat generation

7 Giu

Il 22 Giugno alle ore 21,30 parteciperò all’interno dello Spazio Guerra di Reggio Emilia in Piazza XXV Aprile n. 2 ad una discussione sulla Beat generation; l’evento si situa all’interno della mostra sulla beat generation in corso fino al 22 Luglio: (http://www.spaziogerra.it/2017/04/03/community-era-echoes-from-the-summer-of-love/). Parlerò della figura di Neal Cassady a partire dal mio romanzo Il bardo psichedelico di Neal Altri partecipanti all’evento: Luciano Guidetti, curatore di Beat2Beat; Mirko Colombo di K – Rock Radiostation Interventi musicali dal vivo di Elia Baioni e Thomas Alghisi Selezione musicale di Mirko Colombo

Annunci

Lenore kandel, anniversario della sua morte

20 Ott

il 18 Ottobre è stato l’anniversario della morte della poetessa americana Lenore kandel 

 Data di nascita: 14 gennaio 1932, New York, Data di morte: 18 ottobre 2009, San Francisco

Le cose che ho scritto in questo blog su di lei : 

https://poesiaprosaspontanea.wordpress.com/category/lenore-kandel/

Sei anni fa moriva la poetessa Lenore Kandel

18 Ott

http://lascrittura.altervista.org/category/lenore-kandel-2/

Improvvisazione su I Sigur Ros Agaetis Byjun: Lenore Kandel, la mia visione – ricordo di te

1 Ago

È una commemorazione
una messa in tuo onore
è una messa una cerimonia
c’è un fruscio di gonne
di pelle
di braccia
e qualcuno invoca il tuo nome
poi da lontano un treno
arriva è quello dei miei ricordi di te
che non ho
non ho ricordi di te
ho solo visioni di te
sono come i ricordi le visioni?
In un certo senso sì
anzi in tutti i sensi sì
sono immagini della mente anche quelle, le visioni
c’è insomma questo strano treno dei ricordi
questo treno sottile sottile
ammantato di verde
sottile
sto celebrando una messa per te
una messa poetica per te
c’è anche l’organo e voci bianche è una messa per te –
nessuno ti chiama
nessuno chiama il tuo spirito
non ti chiamano
però ti ricordiamo
io ti ricordo nel senso che ti evoco
ti vedo vecchia e sofferente
ma pur sempre Poeta
non di quelli laureati
cose da Congresso americano
no tu sei il Poeta Laureato della Vita
tu…
sul palco vestita da monaca
monaca amorosa d’uomini e spiriti
monaca della vita
così com’è
ricordi?
Penso tu ora sia in qualche eremo
sulla montagna
hai proseguito quella via
la via mistica
del sedere e meditare
e per te anche scrivere –
c’è un vecchio disco che gira a vuoto
e un vento polare antartico che tira
poi qualcuno bussa
batte, chiama
singulti
tu bandiera fissa della mente
io ti commemoro e non ti dimentico
tu hai aperto una via
come Allen
hai aperto la via
ma per farlo bisogna aver molto vissuto
sbagliato, fallito
incontrato amato
molto sofferto
tu nella tua schiena malata
io ti commemoro
ti commemoro
amica
ti voglio bene e tu nemmeno la sai
non lo hai mai saputo
e non lo saprai mai
L. ha fatto un ritratto di te che sembro io

 

 

The Band – JOY! (Lenore Kandel) – 11/25/1976 – Winterland (Official)

27 Mar

Poems and Prose – Lenore Kandel

27 Mar

I love Lenore Kandel as poet and as woman

The Fiend

God/Love Poem

there are no ways of love but/beautiful/
       I love you all of them

I love you / your cock in my hand
       stirs like a bird
in my fingers
as you swell and grow hard in my hand
forcing my fingers open
with your rigid strength
you are beautiful / you are beautiful
you are a hundred times beautiful
I stroke you with my loving hands
        pink-nailed long fingers
I caress you
I adore you
my finger-tips… my palms…
your cock rises and throbs in my hands
a revelation / as Aphrodite knew it

       there was a time when gods were purer
       /I can recall nights among the honeysuckle
       our juices sweeter than honey
       / we were the temple and the god entire/

I am naked against you
and I put my mouth on you    slowly
I have longing to kiss…

View original post 1.680 altre parole

Desiderio vuoto

18 Nov

A volte
questo desiderio vuoto –
sudare
camminare
questo corpo
che sento vuoto –
corpo vuoto
stomaco vuoto
parlare del vuoto è pericoloso
la morte è vuota?
c’è un interno che non ha nome –
passata è questa sensazione
ora non c’è più –


c’è stata la cena

che ha un nome
insalata
mela
aceto
olio
qualche parola
poi
acceso il computer
in terrazza l’aria
di questo autunno
che è primavera-
quell’essere che non han nome
non c’è più dentro di me
l’ho chiamato desiderio vuoto –
ora mi metto a tradurre
il mio innocuo, semplice testo
su Lenore Kandel
che lei sì
che finchè ha potuto
se l’è goduta la vita
conosceva il desiderio
ma secondo me
anche il desiderio vuoto
perché felici
non si può esser sempre

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

Remo Bassini

ALTRI APPUNTI

wwayne

Just another WordPress.com site

Solo libri belli

Leggo. È come una malattia. (Agota Kristof)

8th of May

wild cats walk longer

F.L.A.C.O.N.S. 2.0_

Moved to www.sergiomauri.info

la vie en beige

la periferia dello spirito

Versodove

rivista di letteratura

OH!PEN

we produce stories. LA-ROME-NYC

HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

gilamagency

giovanni lamanna agenzia letteraria

archiviomauriziospatola

Pubblicazioni ed eventi sulle nuove esperienze poetico-artistiche

sarmizegetusa

un blog di vanni santoni

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Cadillac

La famosa rivista letteraria

Seventy Sex

Make love, not war, dicevamo. Lo dico ancora.