Immagine

Cancellare

21 Feb

cancellaredue

Cancellare
mettere un cancello

tra te e le parole scritte
che non ti sono piaciute –
o forse
è solo paura

La paura divincere

15 Feb

Mi ricordo la paura di vincere a tennis –
deve esserci una responsabilità
che si prende
una responsabilità…
dev’esserci un dover essere
nel vincere
primeggiare
uscire dal coro
che ti fa preferire il perdere –
il perdere al vincere
che ti fa preferire il tran tran quotidiano
all’avventura che potrebbe darti un senso
un senso pieno della vita
invece del privo di senso
del semplice alzarsi-vestirsi-andare al lavoro –
dev’esserci un motivo
che ti fa perdere invece di vincere
che ti fa rinunciare
invece di provarci –
la pigrizia dev’essere
qualcosa che ancestralmente
doveva essere vantaggioso
e che ci portiamo dietro.

Neal Cassady ovvero la versione di Dianella

6 Feb

8th of May

Spostare di un passo la fine del proprio cammino perché anche l’ultima minima distanza può rivelare una nuova visione dell’esistente e di se stessi. Il mantra della Beat 01Generation, movimento letterario di cui Dianella Bardelli si innamorò giovanissima, trasformando la sua passione in un’autentica benzina dello spirito.

Ex insegnante di Lettere, scrittrice e saggista, animatrice di corsi di scrittura creativa secondo il metodo della poesia e prosa spontanea, qualche anno fa pubblicò un bellissimo testo per Vololibero, un romanzo ispirato alla vita e alla morte di Neal Cassady, una fonte d’ispirazione potente per molti dei titoli che diedero celebrità al movimento.

Il bardo Psichedelico di Neal è in primo luogo una dichiarazione d’amore della sua autrice verso quest’uomo, randagio y final. Poi è un romanzo che soddisfa quella necessità intima di parola stampata e dialogo narrativo che ogni lettore accende quando il suo mondo diventa il libro che ha aperto…

View original post 1.962 altre parole

Dicono di Dylan

31 Gen

Dicono che Dylan
suoni il piano da dilettante
“anche se negli ultimi tempi è migiorato”
e che suoni male anche la chitarra
poi la voce…non a tutti piace
e poi c’è il Nobel…
figuriamoci, la sua non è neanche letteratura –
ma allora cos’è
che fa esaltare chi lo ascolta?
(anche se certi testi
sono proprio difficili –
certi io non li capisco
non ci trovo il senso,
il mio senso almeno) –
cos’è allora
che lo fa star lì sul palco da decine d’anni?
Cos’è che gli fa avere fans adoranti?
Solo carisma?
Tutto carisma?
Embè, anche fosse?
è una gran cosa se fa bene alla gente

Mi piace andare in un bar carino

24 Gen

Mi piace andare in un bar carino a parlare con le amiche
ma io sono una di quelli che stanno bene a tu per tu
a uno a uno
anzi in questo caso a una a una –
nel gruppo mi perdo
sì certo, le amiche si possono incontrare anche in casa dell’una o dell’altra
ma non è mica la stessa cosa
a me con un’amica piace stare nell’aria libera del bar
meglio  se carino e pieno di gente
che come noi beve caffè, cappuccini, mangia paste, tramezzini –
l’aria libera del bar
vuole dire fuori da quella che si consuma in casa
quella del bar è aria varia, multicolore
non è calma, tranquilla, non è domestica –
la parola domestica mi ha fatto venire in mente l’altra: addomesticata –
l’aria addomesticata delle case.

Pronto per la luce, mio Signore. Tuo L. Cohen

7 Gen

Apre il cuore

8th of May

leonard-cohen-ripJ’arrive. Hai atteso fino a ora, la fretta non è degli dei. Arrivo, non fuggo. Mi sto preparando, sto uscendo. Capiscimi, non è il migliore dei mondi possibili, ma mi ci ero affezionato. Tu dai le carte, ma io non voglio più buio di quanto tra poco per me sarà.

Risponderò di tutto. Se ti ho vilipeso e se ti ho crocefisso. E se, santificandoti e commuovendoti, ho poi placato il tuo risentimento. Un figlio va capito, perdonato, sostenuto e rincuorato, non solo generato, non è vero?_89917091_89917090

Ho amato la mia storia, e la mia non è mai stata la stessa. Ho cercato di tenere la mia fiamma accesa, non ho ucciso ma credo di aver mutilato, lottato i miei incubi, azzoppato la mia pace, dato un volo alla mia parola, una parola alla mia voce. Non ho mai fatto nulla di eroico, ma alla fine sono contento di averci…

View original post 616 altre parole

Campagna d’inverno

19 Dic

campagna-dicembre

Foto di Dianella Bardelli

Campagna scuoiata
deprivata
colorata
senza, ma anche con –
lontano
dove comincia il cielo
il verso d’oche selvatiche

Solo libri belli

Leggo. È come una malattia. (Agota Kristof)

8th of May

wild cats walk longer

F.L.A.C.O.N.S. 2.0_

Moved to www.sergiomauri.info

la vie en beige

la periferia dello spirito

Versodove

rivista di letteratura

OH!PEN

we produce stories. LA-ROME-NYC

HyperHouse

NeXT Hyper Obscure

gilamagency

giovanni lamanna agenzia letteraria

archiviomauriziospatola

Pubblicazioni ed eventi sulle nuove esperienze poetico-artistiche

sarmizegetusa

un blog di vanni santoni

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Cadillac

La famosa rivista letteraria

Seventy Sex

Make love, not war, dicevamo. Lo dico ancora.

L'Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale

L'uomo abita l'ombra delle parole, la giostra dell'ombra delle parole. Un "animale metafisico" lo ha definito Albert Caraco: un ente che dà luce al mondo attraverso le parole. Tra la parola e la luce cade l'ombra che le permette di splendere. Il Logos, infatti, è la struttura fondamentale, la lente di ingrandimento con la quale l'uomo legge l'universo.

eleonorabagarotti

I Don't Need To Fight To Prove I'm Right. I Don't Need To Be Forgiven

Reading of Matt. Grunge Poems.

Tra il Bene e il Male, ho scelto Te.

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa