La pigrizia

27 Ott

A volte mi sento pigra
e con quel buco in mezzo al petto
che io chiamo
l’antico dolore azzurro –
a volte non guardo 
neanche fuori di finestra
perché non vedi più
case volare
come astronavi
e non lascio più
biglietti di invito –
metto a posto cassetti
ma poi invece
non lo faccio

Patti Smith canta in una strada di New York “People have the power”

22 Ott

Cantante di strada
vestita da cantante di strada
ma è il suo modo normale
lo sappiamo
disinvolta 
a cantare People have the power
la sua voce solita
senza microfono
l’accompagna una chitarra –
i suoi capelli grigi
lunghi
che lei arrotola ai lati
vestita tutta di blu
stivali consumati
un fazzoletto rosso al collo
mascherina in mano
ovviamente disinvolta
se stessa insomma –
poca gente intorno
lei canta
e un po’ mima le parole
un gilet blu forse di jeans
che mi piace
P.S ho letto tutti i suoi libri. Sto leggendo l’ultimo : L’anno della scimmia

quell’oggetto

22 Ott

Quell’oggetto
che ti ricorda una persona
l’oggetto non il ricordo
ti fa star male –
e allora lo butti

Frammenti

12 Set

Mi piacciono i frammenti
i romanzi incompiuti

anche i racconti
e le poesie –
il frammento è il lampo
che non si può cambiare
migliorare
tanto meno completare –
il frammento
è l’incompiuto che siamo

Ascoltando Pino Daniele & Enzo Gragnaniello in ” Cù mme”

31 Ago

 

 

 

 

 

Morti e vivi
morti che dovevano essere vivi
se solo la fortuna, il fato
la speranza e la disperazione –
come si fa…
Pino Daniele Il Magnifico
Enzo Gragnaniello anche lui Il Magnifico
un cuore in mezzo alla via
che magnifica espressione
in mezzo alla via
siamo tutti in mezzo a una via
ma facciamo finta
di essere vivi, felici, realizzati –
siamo tutti in mezzo a una via
sì sì
andiamo tutti insieme  
per questa via –
Pino, Pino perché perché
quella notte…
la Maremma la conosco
mi piace
mi fa piacere che anche tu fossi lì
ma poi…
poi…
che voci e che canzone –
e mentre ascolto
una piccola foglia mi cade addosso
è un terremoto
è un colpo
e lo sento

Frammenti

26 Ago

Volo d’uccelli
e uno piccolo multicolore
in mezzo all’acqua –
e poi grandi case vuote
e gare d’inni
per quelli che son morti

la mia newsletter letteraria di Agosto 2020

19 Ago

Buonasera, sono Dianella Bardelli, questa è la mia newsletter letteraria di Agosto 2020.
Contiene alcune poesie sul tema “mare”; alcune improvvisazioni di prosa spontanea e dall’archivio di mie recensioni “Godbody” di Theodore Sturgeon per la rivista Cronache letterarie.
Poesie sul tema “mare”:
https://lnkd.in/gESd8Mk
Improvvisazioni di prosa spontanea:
“Scandagliare il cielo”: https://lnkd.in/gakQApn
” Avevo un grande prato”: https://lnkd.in/gPqhgwG
” Poi siamo arrivati noi”: https://lnkd.in/gVXd8gf
Dall’archivio delle mie recensioni vi propongo il magnifico Godbody di Theodore Sturgeon: https://lnkd.in/gqthu9v
Buona lettura
Dianella Bardelli

Poesie Agosto 2020

16 Ago
Le poesie sono il mio diario -.
Quello segreto lo vorrei
Ma non ho alti stivali
Dove nasconderlo
Come faceva Tolstoj.
l viale di pini marittimi
Non mi stupisce più
So che è bello
Lo vedo e so che è bello
Ma non mi stupisce più –
Il mare sì
Perché cambia sempre
Le onde del primo mattino
Pettinano leggere
La, sabbia della battigia
Lo sciabordio del mare
Nella bottiglia infinita
Che è l’universo

Mi piace quel tempo semplice

23 Lug

Mi piace quel tempo semplice
de “La prima notte di quiete”
Il mare com’era
mosso e tragico

gli amanti perduti
ci sono ancora?
La donna dell’altro

l’uomo dell’altra
il migliore amico
la sorella, la compagna di banco
il tradimento insomma –
le prime parole

mi sono state dettate
da una voce interna
che ha scandito
” mi piace quel tempo semplice” –
oggi o ieri ho letto

che l’inconscio
è la verità dell’universo 
o una cosa simile –
io lo credo
anzi diceva:
“nell’inconscio è custodita
la verità dell’esistenza”.

L’isola, il maggio francese, la betulla e un po’ di Nepal

17 Lug

Sembra il capitolo di un romanzo, ho detto a qualcuno. Parlava del maggio francese, potrei parlare del maggio giardino e della betulla grande di là dalla rete?
Che belle le betulle, si  passeggiava per Bologna e ne vedemmo una in un piccolo cortile.
Ricordo ora altri luoghi, altre persone.
Le telefonai mentre scrivevo quel romanzo nepalese. Mi rispose fredda. Del suo di libro non volle parlare. Pensava a quell’uomo lontano come il suo rifugio, come un talismano, come una reliquia viva che salva.
Non so perché ho in mente la donna avvolta in veli trasparenti color pesca.
L’uomo dell’isola, il più amato.
In alto lei, la diva
avvolta di veli e luci
sinuosa ballava –
noi ragazzine
giù nella pista
ci muovevamo a piccoli passi
e senza sensualità

 

bootblog

giochi di parole

L'Orto di Rosanna

Diritti D’autore In breve: potete citare senza alterare, senza fini commerciali e riportando la fonte.

Chic After Fifty

Il fashion blog di Anna da Re

Convenzionali

Vediamo un po'...

Paolo Ferrucci

Analyst and writer

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

Traduco Canzoni.

Portiamo parole straniere ad orecchie italiane. Un album per ogni post. Qualsiasi genere, anche quelli che non vi piacciono. Tradotti bene eh, mica con Google Translate. Per cercarle c'è un bel link là sopra, che qua non mi fa mettere una ceppa.

Gesù per atei

Il blog personale di don Fabrizio Centofanti

La poesia e lo spirito

Potrà questa bellezza rovesciare il mondo?

D.O.

Bio: ci sto lavorando

Tuffi

Una rivista che ti porta in profondità

PARLA DELLA RUSSIA

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Remo Bassini

(Appunti)

wwayne

Just another WordPress.com site

Giuseppe Genna

scrittore in Milano, Mondo