Nowsreal, 1968

22 Feb

 

Davanti a uomini incravattati
tranquilli
bella giornata di sole
lei dà volantini
sorridendo
con un tamburello a sonagli –
sono tutti così tranquilli
è il ’68 a San Francisco –
qualcuno declama discorsi
o poesie gli uomini in giacca e cravatta
sorridono

sono incuriositi (ti immagini oggi?)
un giovane hippy
si lava i capelli in una fontana
(Ti immagini oggi?)
qualcuno viene portato via
da tranquilli poliziotti
giovani anche loro
nessuno sembra incazzato
( ti immagini oggi?) –
poi balli sfrenati
non c’è disperazione
hai presente quella
di una decina d’anni dopo
qui da noi nel ’77? –
sono tutti belli, magri
non solo giovani
sembrano così rilassati –

Poi lei
la femmina-poeta Lenore
con il suo Bill
nella loro casa-tempio-culla –
e poi ci fanno vedere
come si fanno a mano
le magliette psichedeliche-
poi gli Hells’ Angels
anche loro belli
i capelli al vento
e le moto-
perché si invecchia?e ancora la casa di Lenore e Bill
e lui è serio, fuma
lei sorride, cuce
le lunghe perline colorate alla finestra
che ho visto
tante altre volte –
e i negozietti
e le strade sporche
come ti aspetti siano –
e Bill pelle liscia
nella sua immensa bellezza
che si fa fare dolcemente
un piercing
e come ci si sofferma sui dettagli
come se si sapesse che tutto
stava per finire-
i veri uomini
a sfidare
l’immenso cielo
Le donne
la danza del ventre

 

Per le fotografie credit to
The Digger Archives (www.diggers.org)

http://www.diggers.org/nowsreal.htm

Annunci

Chi lascia una rosa per strada?

17 Feb


Chi lascia una rosa per strada?
un’innamorata tradita?
qualcuno che ha litigato per San Valentino?
lanciando dal finestrino
la rosa appena donata?

 

Ascoltando Bob Dylan in Mississipi

12 Feb

 

La sua voce
così vecchia
così roca
quel vetro
terrificante
della sua gola –
che meraviglia

Samantha che vuole essere capita

7 Feb

credit to Federico Paoli
https://federicopaoligraphic.com/

Samantha
davvero vuoi essere capita?

il tuo sacchetto di sogni
non vuoi tenertelo per te? –
sarebbe meglio, sai
già è così, vedi
cerca di andarsene
volare via
abbandonarti –
se nessuno ti capisce
almeno, dai
hai il tuo sacchetto –
è ancora lì
ma per poco –
è già tanto consumato
sbrindellato
è stanco d’aspettare –
anche i sogni diventano vecchi –
soprattutto loro

Era una vecchia casa isolata

29 Gen

Era una vecchia casa isolata
il pavimento in terra battuta
un camino in pietra dello stesso colore –
una scansia azzurra
una scala di legno portava di sopra
nell’unica altra stanza –
fuori il bosco –
da alcune case lontane
si udivano a volte voci –
c’ho passato
giorni desolati
e improvvisi giorni felici-
il bosco era una lunga discesa
d’alberi, erba e rami caduti

La vita sono corpi

23 Gen

La vita sono corpi
è il cane che dorme
nel giardino di fronte –
la vita è l’erba
che è verde d’inverno
e al mattino ghiacciata –
la vita è quella cosa
che usando erroneamente parole
diciamo vive e poi muore –
ma qualcosa nelle definizioni
sfugge sempre
e forse la vita
non è questa
non è il cane
non è l’erba –
ma io non so cos’è

Il 13 Gennaio 1968 Johnny Cash tenne due concerti nella prigione di Folsom; ascoltandone uno ho scritto questa poesia: I’ m Johnny Cash!….

18 Gen

 

Difficile immaginare
la prigione di Folsom,
non bastano le fotografie-
mancano gli odori,
i sapori
il caldo e il freddo
l’umidità di 2000 respiri-
lo scalpiccio di 4000 scarpe-
e il grattarsi il collo
di un bel po’ di mani,
e altrettanti a tirar su col naso,
e il profumo di uno
e la brillantina di un altro-
e com’é la voce che dice “ho sete”?
e quella che dice “esco tra 10 anni”?
e quella che dice “ lo rifarei”?
e quella che dice “ ho scritto una canzone”?
e quella che dice “ son due mesi che non viene qui”?-
e i pensieri?
Come immaginare
i loro 2000 cervelli
e coscienze animate
da amori, desideri,
pentimenti, odi, noia,
rimorsi e ambizioni?-
e come immaginare il mal di denti di uno
e la gastrite di un altro?
E come immaginare il sentirsi rinchiuso
mentre Johnny il tuo idolo
é lì davanti a te-
e poi però, lui uscirà
dalla stessa porta
da cui è entrato
3 o 4 o5 ore fa
e non 15 o 20 anni fa?
Come immaginarlo?

FEDERICO PAOLI

ILLUSTRATION

Traduco Canzoni.

Portiamo parole straniere ad orecchie italiane. Un album per ogni post. Qualsiasi genere, anche quelli che non vi piacciono. Tradotti bene eh, mica con Google Translate. Per cercarle c'è un bel link là sopra, che qua non mi fa mettere una ceppa.

correzionedibozze & editing

[Niente al mondo è più bello che scrivere. Anche male. Anche in modo da far ridere la gente. L’unica cosa che so è forse questa.][Silvio D'Arzo]

gesuperatei.wordpress.com/

omelie e riflessioni in tempo di crisi al Santuario del Divino Amore

La poesia e lo spirito

Potrà questa bellezza rovesciare il mondo?

D.O.

Bio: ci sto lavorando

Tuffi

Una rivista che ti porta in profondità

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

Remo Bassini

ALTRI APPUNTI

wwayne

Just another WordPress.com site

Solo libri belli

Leggo. È come una malattia. (Agota Kristof)

8th of May

wild cats walk longer

F.L.A.C.O.N.S. 2.0_

Moved to www.sergiomauri.info

la vie en beige

la periferia dello spirito

Versodove

rivista di letteratura