Archivio | estate RSS feed for this section

Mutamento e ripetizione

4 Apr

Leon andò nel bosco
poi al mare
sulla piccola duna bianca
e sotto il cespuglio verde scuro –
poi tornò nel bosco
nel bosco rigoglioso
andò Leon nel capanno
che era stato un tempo
un essiccatoio di frutti di castagno –
andò nel bosco Leon
poi andò al mare
su una spiaggia assolata
all’ombra di un basso cespuglio
battuto dal vento
poi tornò al bosco
ma chiudendo gli occhi
dentro il capanno buio
vedeva orrende maschere rosse
così uscì terrorizzato dal capanno
e per dimenticarle
andò alla spiaggia
a guardare il mutamento del mare
da una piccola duna –
rimase lì a guardare il mare
e vide il mutamento
del mare, del vento, della sabbia
non guardava le persone
guardava il mutamento delle onde
da calme a grosse
gonfie, alte, strane –
vide il mutamento
gli piacque
lo trasportò dentro se stesso
e capì: qualcosa è finito –
si alzò
ma volle insistere
a non praticare il mutamento
lo riconobbe
ma non lo adottò
preferì continuare
a praticare la ripetizione –
così tornò al capanno
a rifare la solita vita
di silenzio
e ombre e sole –
chiuse gli occhi
le maschere rosse e mostruose
erano sparite
dalla sua mente –
ne fu contento
ma l’amore del silenzio
durò poco –
il mutamento lo prese
e lo potrò via.

Gigli di mare

11 Ago

Gigli di mare - Spiaggia di Punta AlaFoto di Dianella BardelliSpiaggia di Punta Ala
Foto di Dianella Bardelli

Ogni giorno
ne muore uno
ne nascon altri
senza cure
acqua
premure –
gigli di  mare

Stamattina

10 Ago

fichiFoto di Dianella Bardelli

Vacche, tori e vitelli

5 Ago

pascolo uccellinaFoto di Dianella Bardelli
pascolo brado del Parco
dell’Uccellina

E poi verso le sette
che il sole dei turisti
ancora brucia
vacche, tori e vitelli
si mettono lentamente
in fila
verso un loro luogo
che non è più
questo pascolo brado –
procedono in fila
distanziati
ancora un pò brucando –
quando si fermano
immobili diventano
come statuine bianche
del presepe vivente
che sempre è la Maremma

Gigli di mare

25 Lug
Pineta di Punta Ala - gigli di mare foto di Dianella Bardelli

Pineta di Punta Ala – gigli di mare
foto di Dianella Bardelli

Dietro il mare
la spiaggia –
dietro la spiaggia
la pineta –
prima
in un suo piccolo spazio
tra aghi secchi di pino
gigli di mare

Mare

15 Lug

Senza il suo scroscio
il mare
è terra muta

Occupa tutta l’aria

18 Lug

Occupa tutta l’aria
il frinire chiassoso
delle cicale –
poi si smorza
diventa più lontano
più quieto –
un sottofondo –
poi più niente –
solo un lieve cinguettio

che chiama al silenzio

Fiori di campo

9 Lug

Fiori di campo –
come nel vento tremano
a volte il cuore

Fiori gialli e viola

31 Ago

   Nel nulla del cuore di ogni allegria
fiori di campo gialli e viola –
un’aria di Provenza

Indifferenza

20 Ago

    Ci  sono anche le giornate terribili dell’indifferenza –
quando nulla più ti preme di quello che di più ti stava a cuore
scrivere, trovare la vena, l’editore, essere riconosciuto –
bisognerebbe scendere nel profondo di questa condizione
che contiene forse l’unica verità l’unica filosofia
che derivi davvero dall’esistenza mentre accade –
è una sensazione di nulla e di qualcosa
di inutile e di utile perchè vero –
cosa c’è al fondo del pozzo della noia – indifferenza?
è qualcosa che ha a che vedere
con il rifiuto di tutto ciò che vive
che lotta pr vivere –
non è energica come la collera
non si fanno le barricate –
è la sensazione dell’uomo qualuque solo –
e il caldo l’enfatizza –
d’autunno ti puoi consolare
con il romanticismo delle foglie che cadono
e della nebbia –
anche d’inverno
hai un sacco di cose con cui consolarti –
i maglioni che ami indossare
le camminate in città
per andare in un bar a guardare la gente-
ma con il caldo
l’energia che credevi di possedere
se ne è andata
e ti sembra non ti rimanga più niente
di interessante con cui impiegare il tempo –
e tutto diventa tempo perso

bootblog

giochi di parole

L'Orto di Rosanna

Diritti D’autore In breve: potete citare senza alterare, senza fini commerciali e riportando la fonte.

Chic After Fifty

Il fashion blog di Anna da Re

Convenzionali

Vediamo un po'...

Paolo Ferrucci

Analyst and Writer

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

Traduco Canzoni.

Portiamo parole straniere ad orecchie italiane. Un album per ogni post. Qualsiasi genere, anche quelli che non vi piacciono. Tradotti bene eh, mica con Google Translate. Per cercarle c'è un bel link là sopra, che qua non mi fa mettere una ceppa.

Gesù per atei

Il blog personale di don Fabrizio Centofanti

La poesia e lo spirito

Potrà questa bellezza rovesciare il mondo?

D.O.

Bio: ci sto lavorando

Tuffi

Una rivista che ti porta in profondità

PARLA DELLA RUSSIA

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Remo Bassini

altriappunti

wwayne

Just another WordPress.com site

Giuseppe Genna

scrittore in Milano, Mondo